Un antica storia di vini

Benedetti La Villa è da un lato il nome della famiglia, i Benedetti, che coltivano queste terre e producono i loro vini dalla metà del XIX secolo e, dall’altro, ricorda la villa romana del II e III secolo d.C., ritrovata nel 1887 nel sottosuolo del podere a sette metri di profondità. Gli scavi, oggi ricoperti, hanno portato alla luce meravigliose pavimentazioni in mosaico, delle quali alcuni lacerti sono attualmente esposti nel Museo di Arte Antica di Verona.

Per questo al nome di famiglia, da molti anni, è associato anche “La Villa” e nel marchio è stilizzato uno dei personaggi rappresentati nei mosaici, l’Auriga nero del Negrar, che guida una biga trainata da due cavalli da corsa con pennacchi di fronde di vigna.